innovazione

Il Trentino nel Piano Space Economy

Data:
30 Mar 2018

La ricerca in ambito aerospaziale è da sempre una delle fonti più importanti di innovazione, e le sue ricadute industriali spesso le ritroviamo in molti prodotti che col tempo diventano di uso comune. Gli esempi non mancano, dal rivestimento antigraffio degli occhiali, nato per proteggere le visiere dei caschi degli astronauti al materiale memory foam, utilizzato per proteggere dagli urti nelle cabine di pilotaggio.

Parte anche da queste considerazioni il piano italiano multiregionale di aiuti alla ricerca e sviluppo "Piano Space Economy”, che recepisce programma europeo “Mirror govsatcom”, la cui cabina di regia è stata istituita presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Con una decisione assunta oggi dalla Giunta provinciale, su proposta del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro Alessandro Olivi, anche il Trentino ha deciso di aderire al relativo Protocollo di Intesa, che coinvolge il Ministero dello Sviluppo Economico e 13 regioni/province autonome.

Il Trentino in particolare si concentrerà sui settori della meccanica e della meccatronica. L'iniziativa coinvolgerà sia l'università e i centri di ricerca sia il settore imprenditoriale, con il diretto coinvolgimento di Trentino Sviluppo e di Hub Innovazione Trentino. "Lo scopo - spiega Olivi - è far crescere un distretto tecnologico con le imprese e creare lavoro di qualità. L'entità del finanziamento sarà determinata dalla concreta ricaduta della ricerca sul territorio".

Il comunicato completo è pubblicato QUI.