impresa

Le imprese distrettuali crescono più delle altre

Data:
11 Apr 2018

Insieme è meglio. A dirlo sono i dati sulle performance delle imprese distrettuali. Dal 2008 al 2016 la crescita del fatturato nei distretti è stata del 10,2%, quattro punti percentuali in più rispetto alle aree non distrettuali. Un trend che si è intensificato nel 2017 con una ripresa pari al +2,8% e che, secondo le previsioni, dovrebbe attestarsi sul 2,9% nel biennio 2018-2019. Non è un caso quindi che Intesa San Paolo abbia scelto di dedicare una approfondita analisi alle esperienze di questo tipo in Italia, tra le quali compare anche Polo Meccatronica.

Nella decima edizione del rapporto “Economia e finanza dei distretti industriali”, che analizza i bilanci di oltre 70 mila imprese manifatturiere, agricole e commerciali a specializzazione industriale, si parla anche della filiera meccatronica del Trentino nella sezione “La nuova meccanica italiana”.

Come si evince dal rapporto, il comparto meccanico trentino ha registrato negli ultimi anni una dinamica positiva di segno opposto a quella nazionale, dimostrando grande vivacità negli altri mezzi di trasporto, nell’elettrotecnica e nell’automotive.

Il Trentino non presenta una forte specializzazione nei settori della meccanica in generale, ma piuttosto in alcuni comparti come quello delle macchine per la formatura di metalli e altremacchine utensili e nella produzione di accessori e parti per l’automotive. Una maggiore specializzazione emerge invece nei servizi intangibili, nella ricerca e sviluppo e nei servizi di ingegneria e collaudo.

Qui il documento completo (la sezione sul Trentino è a pagina 153).