innovazione

ProM Facility espande la propria capacità tecnologica

Data:
11 Mag 2018

ProM Facility continua ad espandere la propria capacità tecnologica con macchinari e strumenti per la prototipazione e le piccole produzioni di serie. Le novità principali riguardano l’area elettronica, l’imminente acquisizione di una stampante a letto di polvere polimerica e una macchina per elettroerosione a filo.

L’area elettronica è stata dotata di strumentazioni di elevata precisione per il test di circuiti e sistemi elettronici di monitoraggio e controllo. Contemporaneamente si sta completando la catena di lavorazione per la produzione prototipale di schede elettroniche.

Dopo aver corredato già da un anno l’area di additive manufacturing in metallo con due stampanti 3D a letto di polvere e una macchina ibrida che combina la fresatura CNC a 5 assi con la deposizione di metallo, ProM Facility si è dotata di una stampante SLA per resine e avrà presto la possibilità di stampare componenti plastici ad elevata resistenza meccanica o flessibilità e con volumi produttivi che possono consentire di raggiungere target di livello industriale per piccole serie, grazie alla tecnologia jet-fusion a letto di polvere.

E’ stata infine installata una macchina di elettroerosione a filo (EDM) come complemento alle macchine CNC per asportazione di truciolo già presenti. L’elettroerosione è particolarmente indicata per la post-lavorazione dei manufatti metallici stampati in 3D e per lavorazioni di taglio di alta precisione e finitura superficiale.